Immaginjavascript:void(0)e alloggiata da servimg.com

Spesso è inutile e vana la volontà non di chi intraprende cose facili, ma di chi vuole che siano facili le cose intraprese.
- L. A. Seneca -

lunedì 26 agosto 2013

Anche la paglia è un materiale

Sono attratta da materiali poco utilizzati, a volte chiamati "poveri", come questo.
Quando scrivo post del genere, cerco di capire l'utilizzo al giorno d'oggi di questo tipo di materiali e le loro caratteristiche principali.
Qui in Olanda mi capita spesso di vedere la paglia utilizzata per ricoprire i tetti, un po' per mantenere un'antica tradizione locale, un po' per isolarli in modo ecologico.
La paglia è un buon isolante acustico e termico, è durevole nel tempo ed è eco-compatibile. Sono molte le costruzioni che in parte o del tutto vengono realizzate con questo materiale. Certo non è solo qui in Olanda che viene utilizzato, ma mi hanno incuriosito le molte ristrutturazioni che ho visto di recente nelle campagne olandesi, o edifici nuovi, per i quali gli architetti hanno preso ad esempio tipologie e materiali costruttivi tradizionali.


Questa costruzione a Zoetermeer nei Paesi Bassi è una rivisitazione in chiave odierna dello stile delle case tradizionali olandesi. Disegnata dall'architetto Arjen Reas, è immersa in una zona rurale, rispettandone il contesto, infatti l'architetto ha utilizzato la paglia per rivestire gran parte dell'esterno, non solo per il tetto come si faceva tradizionalmente, creando così un gioco di equilibrio tra materiali locali tradizionali e materiali moderni.



photo © Kees Hageman-Arjen Reas




"Groote Scheere" di Bureau B+B, nell'Overijssel in Olanda, è una tenuta di campagna organizzata con 9 costruzioni + 1 pilota per edilizia residenziale-agricola.
Ogni casa ha una tipologia unica e un nome proprio a seconda del sito che occupa e dell'elemento naturale che la marca, ad esempio la "Creek Villa" è attraversata da un torrente e ha il tetto che funge da ponte. In questa maniera sono state organizzate e denominate anche tutte le altre residenze: Reed, Field, Flood, Forest, Creek, Lane, Pond, Border e quella pilota Entrance. Lo stile costruttivo delle varie tipologie è simile, così da creare un unico complesso che si riconosca.
La forma ricorda un po' gli antichi fienili, i tetti sono ricoperti di paglia, ma in una maniera diversa, la paglia è stata inserita all'interno di un telaio in legno, così da risultare a filo con il bordo del telaio, creando un effetto più elegante, una maniera diversa e più consona agli schemi minimalistici odierni.
Inserito nel landscape olandese, questo complesso è una maniera nuova per rivalutare il settore rurale dei Paesi Bassi.




photo © Lard Buurman




Questo era proprio un vecchio fienile abbandonato. Ripreso e ristrutturato dagli architetti olandesi dello studio Arend Groenewegen per essere trasformato in un moderno studio-ufficio.
Il nuovo progetto ha rispettato sia la la struttura principale, migliorandone il basamento, sia il tetto, ricoprendolo con nuova paglia secondo le tecniche costruttive attuali. Gli architetti hanno adottato le lamelle per rivestire gran parte dell'edificio per avere una buona ventilazione.
Un progetto di riutilizzo nel rispetto del contesto rurale olandese.



photo © Arend Groenewegen Architect




Abbiamo anche esempi diversi, fuori dall'Olanda, come "Casa na Areia" a Gràndola, in Portogallo dell'architetto Aires Mateus, 4 casette di un vecchio villaggio di pescatori ricostruite con materiali tradizionali, come il legno, la paglia, etc.
La sabbia è parte dell'arredamento, ricoprendo il suolo in cucina e nel living.





photo © Nelson Garrido




E chiudo con un altro esempio fuori dall'Olanda, il "Community Market", a Yusuhara in Giappone, un edificio che racchiude un mercato per prodotti locali ed un piccolo hotel con 16 camere.
Realizzato dall'architetto Kengo Kuma, è in parte rivestito in facciata da blocchi di paglia per isolarlo dalle infiltrazioni di acqua, vista la gran quantità di precipitazioni che spesso si riversano nella zona. I blocchi sono montati su perni di legno, in modo tale da poter ruotare ed assicurarne la ventilazione.



© Photo Takumi Ota, Kengo Kuma & Associate

2 commenti:

  1. Bellissimi gli esempi che hai citato e sì la paglia è davvero un ottimo materiale da costruzione purtroppo poco conosciuto e utilizzato ma che possiede ottime prestazioni come materiale di tamponamento, basso costo economico e ambientale.

    Lascio il link del mio blog, mi farebbe piacere una tua visita
    http://arkitalker.wordpress.com/

    RispondiElimina
  2. Ciao Nancy,
    grazie per il commento che hai lasciato, lo apprezzo sempre come segno di interesse da parte del lettore.
    E mi fa piacere che hai trovato interessanti gli esempi che ho citato.
    Darò subito un'occhiata al tuo Blog!
    Buona giornata, ciao,
    Susy.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails