Seguimi su Google Plus   Seguimi su Twitter   Seguimi su Linkedin   Seguimi su Linkedin

martedì 28 febbraio 2017

White in the city...White in Milan

In questi giorni mi è arrivato un invito a partecipare come "Blogger Friend" per "White in the city", l'evento nell'evento della "Milano Design Week", un'invito a parlare del colore bianco per quest'evento.
Bianco, il colore dell'essenzialismo, e, per me, il colore di fondo che esalta tutti gli altri colori.
Il bianco da sempre nell'antichità ha avuto importanza, veniva visto come colore della luce, colore che simboleggiava la divinità, la purezza, l'ideale della perfezione.
Sia in architettura che in scultura, il bianco esprimeva in modalità monocroma la perfezione, il Canova infatti lo adottò per le sue statue neoclassiche.
Il bianco è un colore che amplifica lo spazio, è stato spesso associato al purismo, al colore del razionalismo, il bianco definisce volumi eterei e astratti.


Un colore che viene definito non-colore, nonostante racchiuda in sè tutti i colori dello spettro visibile. Bianco è il colore scelto per Milano con White in the city.


Un itinerario che racconterà il Bianco nelle sue mille sfaccettature cromatiche e simboliche, tra arte e design, dal piccolo al grande oggetto.
Una sfida lanciata dai suoi ideatori, Giulio Cappellini e Claudio Balestri di Oikos.


Sono cinque le location che sono state scelte nel noto quartiere di Brera, che verranno allestite per le mostre:
Accademia di Belle Arti di Brera, dove verranno esposti prototipi di opere, attraverso i quali gli studenti dell'Accademia daranno una loro visione del “Futuro Bianco”, simbolo materiale e immateriale del ben-essere, una ricerca innovativa sul tema del bianco, un'esposizione nei corridoi tra i gessi del Canova e le volte dell'ex collegio dei Gesuiti.
Pinacoteca di Brera, dove sarà presentato il tema "White Architecture", nel cortile d'onore saranno realizzate due installazioni architettoniche speculari da Giulio Cappellini, che "riprenderanno in chiave inedita e contemporanea la forte presenza dell'edificio stesso".  La Pinacoteca ospiterà Stefano Boeri Architetti, David Chipperfield Architects, Studio Libeskind, Aires Mateus Associados, Studio Marco Piva, Patricia Urquiola, Zaha Hadid Architects.
Palazzo Cusani, dove sarà allestita la mostra "White on White", "il bianco inteso come essenzialità, come idealizzazione, come esplorazione dei volumi attraverso le ombre." Un'esperienza da raccontare. Al Piano Nobile, sarà allestita un'altra mostra "White Icons", curata da Giulio Cappellini, una mostra che, come descrive il curatore, "vuole raccontare con un allestimento semplice ma suggestivo i principali prodotti e materiali che sono diventati punti di riferimento e si sono caratterizzati dall'uso del colore bianco." 
Palazzo Cusani inoltre ospiterà gli architetti 5+1AA Alfonso Femia-Gianluca Peluffo, Alberto Apostoli, Studio Asia, Caberlon Caroppi Italian Touch Architects, Raffaella Laezza Underarchitecture, Studio Mamo, Jasper Morrison, Studio Rotella, Studio Svetti.
Ex chiesa di San Carpoforo, dove il bianco sarà rappresentato con un' installazione, il "Bianco Oikos", "una grande parete che con tasselli di diverse dimensioni racconterà in un gioco di trame e sfumature l'enorme offerta di bianco Oikos Colore del Benessere."
Alcuni tra i più giovani e promettenti designer realizzeranno alcuni arredi utilizzando le diverse finiture Oikos ed i materiali di aziende con forte caratteristica di sostenibilità.
Class editori Space, uno spazio dedicato a giovani designer internazionali, che rappresenteranno con la mostra "White Young"  la scelta del bianco nella sostenibilità.
Un insolito giardino e un loft nel centro di Milano che faranno da cornice alle realizzazioni di questi designer, un luogo di incontro e di dialogo, dove giovani designer e aziende possono vivere momenti di interazione e scambio di idee.


Un percorso tra queste 5 location, alla ricerca del Bianco come colore e sensazione.
"White in the city"- Milano Design Week dal 4 al 9 aprile 2017.


autore del post: arch. Susy Di Monaco
febbraio 2017 © copyright "Architettura Take Away"


Credits: redazione "White in the city"
Main sponsor: Oikos 
Art Director: Giulio Cappellini curatore






Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails